BEATA VERGINE IMMACOLATA in Amato

PARROCO
Gigliotti Sac. Emanuele
333-5700574
donemanuele.g@libero.it

Indirizzo Piazza Indipendenza, 4 – 88040 Amato (Cz)
Festività La festa principale è quella di S.Francesco da Paola, nella seconda domenica di Agosto; la festa dell’Immacolata (8 dicembre), solo religiosa.

 

 

 

Descrizione Parrocchia

Il territorio parrocchiale confina con Miglierina, Marcellinara, Serrastretta (Angoli, Migliuso, Cancello), Pianopoli. La popolazione effettiva supera di poco le ottocento unità. Il nucleo più consistente degli abitanti risiede nel paese mentre la parte rimanente (circa il 10%) nelle varie frazioni comunali, a pochi chilometri di distanza dal centro, comunque facilmente raggiungibili grazie ad una discreta rete viaria comunale. Questa frammentazione influisce sull’ordinaria frequenza religiosa, salvo le occasioni particolari (sacramenti, feste, funerali ecc.).

Il paese ha subito le conseguenze dei flussi migratori dei decenni passati, soprattutto in direzione Nord-Italia, Canada, Germania e Argentina; la contrazione demografica risente anche di fattori contingenti quali natalità ridotta e mortalità legata a popolazione sempre più anziana. Nel 1500 in paese c’era anche un nucleo di Greci albanesi, che non si è mai amalgamato con gli abitanti del luogo, non scomparso totalmente. Della presenza dei greci, a parte il nome a un rione, non è rimasta nessuna traccia nella cultura e nella tradizione popolare.

I ragazzi frequentano in paese la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria mentre, per la Scuola Media, hanno la possibilità, grazie al servizio scuolabus, di recarsi presso il vicino comune di Miglierina, che dista circa 2 chilometri; con riferimento alle scuole Superiori, sono garantite quotidianamente le corse verso il capoluogo di Regione. Si può tranquillamente affermare che buona parte dei giovani riesce ormai a conseguire la laurea, aspetto che non può che avere risvolti positivi da un punto di vista socio-culturale. Per l’attività ricreativa e sportiva vengono utilizzati il campetto per il “calcio a 5”, gestito dalla locale “Pro Loco” e, soprattutto dai bambini più piccoli, il parco giochi all’interno dell’anfiteatro comunale “Giovanni Paolo II”.

La Chiesa risale al 1500; la forma attuale è il risultato di radicali ampliamenti operati nei secoli, in particolare nel 1700. Ha un imponente prospetto ed è di forma basilicale, a tre navate, quella centrale molto ampia e maestosa. Le vetrate istoriate raffigurano momenti della vita della Madonna, i quattro evangelisti, il Battesimo e l’Eucaristia. Di recente è stata oggetto di un grande lavoro di restauro, completato nel 2021 e inaugurato da mons. Giuseppe Schillaci, Vescovo diocesano, il 14 marzo 2021. I libri parrocchiali iniziano dal 1693, così anche lo Stato delle Anime. C’è pure la Casa Canonica, anch’essa di recente restaurata. Si conservano paramenti usati prima del Concilio Vaticano II. Si custodiscono varie tele interessanti risalenti al 1700/1800: l’Annunciazione, il Rosario con i 15 misteri, il Carmine, la deposizione di Gesù; vi sono anche 7 statue settecentesche, in legno: Addolorata, S. Giovanni, S. Francesco da Paola, S. Gaetano, la Madonna della Purità, la Madonna del Carmine, S. Giuseppe; nell’abside nel 1997 è stato collocato un mosaico del Cristo Pantocratore di 16 mq. (opera della Ditta Domus Dei di Roma) e vicino al Fonte Battesimale un grande quadro del Battesimo di Gesù.

Ingresso in Diocesi del Vescovo eletto Mons. Serafino Parisi – VIDEO

 Ingresso in Diocesi del Vescovo eletto monsignor Serafino Parisi (Video realizzato da Mario De Grazia per la Diocesi di Lamezia Terme) Musica di Stefano Cropanese (dall’ “Inno alla carità”…