• Palazzo Episcopale - Via Lissania, 2 - 88046 Lamezia Terme
  • (+39) 0968 21923
  • Palazzo Episcopale - Via Lissania, 2 - 88046 Lamezia Terme
  • (+39) 0968 21923

PARROCCHIA S. SEBASTIANO MARTIRE in Jacurso

Dettaglio parrocchia S. SEBASTIANO MARTIRE in Jacurso

Indirizzo Piazza S. Giovanni 88020 Jacurso (cz)
Festività 20 gennaio, ma l'ultima domenica di luglio vi è la festa principale alla Madonna con il ritorno degli emigrati, con manifestazioni popolari per tutto luglio ed agosto.

Descrizione Parrocchia

La parrocchia esistente fin dal 1500 circa, era Chiesa Arcipretale Matrice con chiese suffraganee ora non più esistenti, ne è titolare San Sebastiano Martire. La Chiesa parrocchiale, anticamente era composta da due navate, una centrale più grande e una laterale a destra di dimensioni pari alla metà  della centrale, chiusa poi negli anni 60 circa. Costruito un solaio, venne usata come salone la parte superiore, e divisa in due stanze quella inferiore come sacrestia e ripostiglio. Attualmente vi sono in corso dei lavori di ristrutturazione. Lo stile è semplice e quasi assente, in quanto nel corso degli anni i tanti lavori ne hanno danneggiato l'architettura tra cui gli altari laterali della Pietà  e dell'Immacolata ubicati al lato sinistro della navata centrale. Il presbiterio si presenta molto spoglio, non esiste altare maggiore, e comunque ora è tutto in fase di restauro. Oltre alla Chiesa Parrocchiale, vi è un Santuario dedicato a Maria Vergine e Madre della Salvazione; anticamente dedicata alla Vergine del Carmine e sede di un seminario carmelitano, oggi non più esistente. I confini della Parrocchia coincidono con quelli del Comune: con la Parrocchia di Maida, di Cortale, di Curinga, di Polia e di Filadelfia. Il territorio parrocchiale comprende il centro abitato e zone di campagna scarsamente abitate. Si compone di circa 1000 abitanti. La frequenza alla santa Messa è intorno al 60% nelle festività  importanti e del 15-20% nei giorni feriali. Il modello di vita si attiene alla tradizione cristiana, in maggioranza matrimoni religiosi, rarissimi i solo civili, con pochi divorzi. Tutti i ragazzi ricevono i sacramenti dell'iniziazione cristiana anche se è una popolazione costituita da molti pensionati. Vi è un numero esiguo di braccianti agricoli e molti sono gli emigrati che per lavoro e per studio vivono fuori per di più all'estero e al nord- Italia. Vi è la scuola materna, la scuola elementare e la scuola media che ora è chiusa e i pochi che la frequentano si recano nel comune vicino.Le attività  lavorative sono di natura agricola per i più anziani e pensionati, una minoranza di meno giovani sono impiegati in strutture pubbliche o private o svolgono mansioni casalinghe. L'archivio Parrocchiale comprende i Registri di Battesimo, Cresima, Matrimoni e Morti a partire dal 1623. Dal 2001 vi è il registro di cronistoria e dei verbali dei consigli parrocchiali e delle Prime Comunioni. È in progetto la costruzione della canonica. La Chiesa non è dotata di molte suppellettili di ministero, paramenti antichi liturgici; le poche statue, i quadri e gli oggetti sacri non hanno valore artistico. Vi sono corone e stellario d'oro depositati in banca ricavati dall' oro dei fedeli. Una Statua lignea della Madonna detta "Greca" di fine 500 diventata Monumento Nazionale ed una Croce astile di fine 700.