• Palazzo Episcopale - Via Lissania, 2 - 88046 Lamezia Terme
  • (+39) 0968 21923
  • Palazzo Episcopale - Via Lissania, 2 - 88046 Lamezia Terme
  • (+39) 0968 21923

PARROCCHIA S. RAFFAELE ARCANGELO in Lamezia Terme

Dettaglio parrocchia S. RAFFAELE ARCANGELO in Lamezia Terme

Indirizzo Via R. Lanzino 88046 Lamezia Terme
Festività Il Titolare (l'Arcangelo Raffaele) viene festeggiato l' ultima Domenica di Settembre. Il 13 Maggio si festeggia la Beata Maria Vergine di Fatima, compatrona della Parrocchia
Sito web https://www.facebook.com/Parrocchia-San-Raffaele-Arcangelo-230000263766611/info/

Descrizione Parrocchia

La Parrocchia è di recente istituzione. Nasce il 31 Maggio 1987 con Decreto Vescovile di Mons. Vincenzo Rimedio. Viene così riconosciuta ecclesialmente ed ufficialmente una Comunità  che veniva curata dai Poveri Servi della Divina Provvidenza (conosciuti come sacerdoti di Don Calabria). Oggi la Parrocchia si estende su una superficie di circa 8 Km. e abbraccia una popolazione di ormai 6.000 abitanti. Essa confina con la Parrocchia di S.Giuseppe Artigiano, di S. Domenico, di S. Maria degli Angeli, di San Giovanni e di Maida (a Sud). Dal 1990 funziona il Consiglio Pastorale e dal 1995 il Consiglio per gli Affari Economici. I registri Parrocchiali iniziano dall'anno 1977. La Chiesa Parrocchiale è stata consacrata il 28 marzo del 2004. Si presenta, fin dall'esterno, come un'opera architettonica che ben concilia e sintetizza le esigenze tecniche con i principi conciliari sugli edifici sacri. La sua forma è quella di una "tenda" che richiama immediatamente l'idea del Tempio, la "tenda santa" in cui abita Dio, ma è anche la forma di una "barca" (simbolo della Chiesa), le cui "vele" (il soffitto in legno lamellare) sono spinte e movimentate dal "vento della Spirito Santo". Tutto questo "movimento" è rappresentato da diversi elementi architettonici: dalla forma non regolare della Chiesa stessa, alla sua "spinta" in elevazione verso l'alto (dai 5 mt. dell'ingresso si arriva ai 21 mt. sopra il presbiterio). Appena entrati ci si ritrova in un'unica sala che ha come suo punto di convergenza la mensa alle cui spalle, in posizione centrale, troneggia un meraviglioso tabernacolo incastonato tra due mosaici rappresentanti le prime apparizioni della B.V. Maria a Fatima e l'Arcangelo Raffaele con il giovane Tobia. Queste opere sono del famoso Architetto Ranocchi. Il percorso che va dall'ingresso all'altare è accompagnato da preziose vetrate artistiche, opera dell'Architetto Tross, che riproducono, attraverso segni molto semplici e colori vivaci, la teologia dei sette sacramenti.Degna di menzione è anche la Cappella Ferrale, detta della Risurrezione, in cui, in una mensa circolare che richiama il sepolcro aperto di Gesù, domina un Risorto ricavato da un unico tronco d'ulivo locale e realizzato dall'artista Maurizio Carnevale. Altri elementi del presbiterio sono: mensa, ambone, fonte battesimale e presidenza.