• Palazzo Episcopale - Via Lissania, 2 - 88046 Lamezia Terme
  • (+39) 0968 21923
  • Palazzo Episcopale - Via Lissania, 2 - 88046 Lamezia Terme
  • (+39) 0968 21923

PARROCCHIA MARIA SS. DELLE GRAZIE e S. GIUSEPPE in Zangarona e Fronti

  • MARIA SS. DELLE GRAZIE e S. GIUSEPPE in Zangarona e Fronti

Dettaglio parrocchia MARIA SS. DELLE GRAZIE e S. GIUSEPPE in Zangarona e Fronti

Indirizzo Fraz. Fronti-Zangarona 88046 Lamezia Terme
Sito web http://parrocchiazangaronafronti.it

Descrizione Parrocchia

La Chiesa di Santa Maria delle Grazie, ubicata in Zangarona, frazione di Lamezia Terme, fu fondata nel XV Sec. da profughi Albanesi. Secondo gli storici gli insediamenti di albanesi nel territorio della diocesi di Nicastro incominciarono a verificarsi negli anni 40 del secolo XV (1440). Le notizie su tale frazione si possono rilevare da tre manoscritti conservati nell'archivio della diocesi datati 1769-1805-1883. Nella prima epoca gli Albanesi eressero la loro chiesa parrocchiale sotto il titolo di "San Nicola" nel rito Greco, che durò sino a tutto il secolo Decimo Sesto; nel 1601 allorquando gli abitanti passarono dal rito greco al rito latino, la frazione fu elevata da Mons. Montorio (1594-1620) a Parrocchia. Nel 1616 fu eretta un'altra chiesa sotto il titolo di "Santa Maria delle Grazie". Per costruire la chiesa ogni paesano dette il suo contributo. La nuova chiesa era molto più grande della prima, oltre all'altare maggiore, dedicato a Maria SS. delle Grazie, vi erano altri quattro altari dedicati al Santissimo Sacramento, al Santo Rosario, all'Addolorata e alle anime del purgatorio. L'altare maggiore e la nicchia superiore furono costruiti in marmo nero trovato in una cava vicino Zangarona. Il campanile della chiesa era molto più alto di quello attuale e finiva a punta. Vi erano 4 campane, la prima fu comprata per l'orologio, le altre tre servivano per la chiesa. La maggiore delle campane fu chiamata "Santa Maria delle Grazie", la media "Santa Barbara" e la terza "San Nicola". Con il terremoto del 1638 cadde la punta del campanile con l'orologio e la campana più grande. Attualmente il campanile è uguale al tetto della chiesa, ha base quadrata ed è a forma di torre con una balaustra sui lati. Circa vent'anni fa fu rifatta la pavimentazione interna della chiesa e durante i lavori è stata rinvenuta una lapide in marmo bianco (attualmente posta sul primo pilastro a destra rispetto all'ingresso principale) di dimensioni 80x60 cm, con fogliame e volute. L'iscrizione riporta il nome di Francesco Ciliberti datata 1782.Chiesa S. Giuseppe - Fronti Alla fine del XVIII secolo si fa risalire la costruzione della Chiesa di S. Giuseppe situata nella zona centrale dell' ex Rione Casenuove. Inizialmente aggregata alla parrocchia di Zangarona, passò alla Parrocchia di Accaria Palmatico (Quinzi) costituita con Bolla Vescovile nel 1814. Più volte i cittadini di Fronti chiesero di essere riaggregati alla Parrocchia di Zangarona, ma furono accontentati solo il 31 agosto del 1940 da Mons. Giambro.