• Palazzo Episcopale - Via Lissania, 2 - 88046 Lamezia Terme
  • (+39) 0968 21923
  • Palazzo Episcopale - Via Lissania, 2 - 88046 Lamezia Terme
  • (+39) 0968 21923

PARROCCHIA IMMACOLATA in Amato

Dettaglio parrocchia IMMACOLATA in Amato

Indirizzo Via Marconi 88040 Amato (cz)
Festività La festa principale è quella di S.Francesco da Paola, nella seconda domenica di Agosto; la festa dell'Immacolata (8 dicembre), solo religiosa.

Descrizione Parrocchia

Il territorio parrocchiale confina con Miglierina, Marcellinara, Serrastretta (Angoli, Migliuso, Cancello). La popolazione effettiva non raggiunge le mille unità. Il nucleo più consistente degli abitanti è nel paese, ma buona parte risiede nelle varie frazioni comunali, a molti chilometri di distanza dal centro. Questa frammentazione influisce sulla ordinaria frequenza religiosa, salvo le occasioni particolari (sacramenti, feste, funerali ecc.). Il paese va via via spopolandosi per vari motivi: natalità  ridotta ai minimi termini, mortalità , popolazione sempre più anziana. L'emigrazione è stata altissima, al Nord-Italia, in Germania, Argentina. I ragazzi di Scuola Media frequentano la Scuola di Miglierina. Per l'attività  ricreativa e sportiva c'è il campo da tennis e quello di calcio "Pro Loco". La Chiesa risale al 1500; la forma attuale è il risultato di radicali ampliamenti operati nei secoli, in particolare nel 1700. Ha un imponente prospetto ed è di forma basilicale, a tre navate, quella centrale molto ampia e maestosa. Le vetrate istoriate raffigurano momenti della vita della Madonna, i quattro evangelisti, il Battesimo e l'Eucaristia. La cultura risente della ristrettezza del numero degli abitanti, della chiusura quasi totale a ciò che esula dalla tradizione del paese, ancorata al passato e sospettosa davanti alle novità . Nel 1500 in paese c'era anche un nucleo di Greci albanesi, che non si è mai amalgamato con gli abitanti del luogo, non scomparso totalmente. Della presenza dei greci, a parte il nome a un rione, non è rimasta nessuna traccia nella cultura e nella tradizione popolare. I libri parrocchiali iniziano dal 1693, così anche lo Stato delle Anime. C'è la Casa Canonica, adibita per le attività  catechistiche. Non si conservano paramenti antichi. Custodisce varie tele interessanti risalenti al 1700/1800: l'Annunciazione, il Rosario con i 15 misteri, il Carmine, la deposizione di Gesù; vi sono anche 7 statue settecentesche, in legno: Addolorata, S. Giovanni, S. Francesco da Paola, S. Gaetano, la Madonna della Purità , la Madonna del Carmine, S. Giuseppe; nell'abside nel 1997 è stato collocato un mosaico del Cristo Pantocratore di 16 mq.(opera della Ditta Domus Dei di Roma) e al Fonte Battesimale un grande quadro del Battesimo di Gesù.